14 MAG.  La collezione Rockefeller. Un nuovo record a New York

 

 

 

Un nuovo record mondiale è stato stabilito alla casa d’aste Christie’s a New York. All’asta la famosa collezione di Peggy e David Rockefeller con oltre 1600 oggetti. L’asta ha superato ogni aspettativa, la prima serata le vendite hanno raggiunto la quota di 646,133,594 milioni di dollari, e sette nuovi record per gli autori. La collezione composta da manufatti in argento e ceramica giapponese, gioielli, mobili, oggetti di design e importanti opere d’arte di artisti di fama mondiale: dalle opere degli impressionisti come Monet, Manet, Pissarro, alle avanguardie storiche fino ad artisti dell’arte contemporanea.

 

Il precedente record stabilito nel 2009 con la vendita della collezione d’arte dello scomparso stilista francese Yves Saint-Laurent di 484 milioni di dollari. La collezione era composta da 733 pezzi in vendita tra cui opere d’arte, mobili Art Decò, oreficeria e bronzi dal valore artistico eccezionale.

 

Raggiungere il miliardo di dollari con la vendita della collezione Rockefeller era l’obiettivo della casa d’aste Christe’s. L’asta è rimasta aperta fino all’11 maggio e alla seconda serata le vendite sono arrivate ad oltre 108 milioni di dollari.

Il ricavato della vendita della collezione andrà in beneficenza.

 

L’oggetto più venduto della collezione è stato “Fillette à la corbeille fleurie”,un Pablo Picasso del periodo rosa dipinto nel 1905, battuto per 115 milioni di dollari. Peggy e David Rockefeller l’avevano acquistato dalla scrittrice Gertrude Stein dopo che Ernest Hemingway l’aveva descritto nel suo romanzo “Festa mobile”. Il dipinto è diventato la seconda opera più venduta di Picasso, dopo l’opera “Les femmes d’Alger” aggiudicata sempre da Christie’s nel 2015 per 179.365.000 di dollari.

 

Un finale a sorpresa per l’opera “Ninfee” di Claude Monet parte della serie dello stesso titolo dipinta tra il 1914 e 1917 nel giardino a Giverny, stimata inizialmente 40 milioni di dollari, è stata battuta per 84.687.500 di dollari superando il quadro “Meule” venduto nel 2006 per 81.447.500 milioni di dollari.

 

Il dipinto “Una grande Odalisca” di Henri Matisse del 1923 è stato battuto per 81 milioni di dollari stimato inizialmente a 70 milioni.

 

Alla seconda serata è stata venduta l’opera “The Rivals” di Diego Riviera a 9,762,500 dollari. È la cifra più alta mai pagata per un’opera dell’artista messicano. Commissionato da Abby Aldrich Rockefeller, fu completato a bordo della nave che trasportava Diego Rivera, insieme alla moglie Frida Kahlo, a New York, in vista della prima esposizione dell’artista al MoMA. Il dipinto fu poi donato a David e Peggy Rockefeller nel 1941 come regalo di nozze e da allora è sempre appartenuto alla famiglia.

 

Un nuovo record è stato conquistato anche da Giorgio Morandi: “Natura morta” del 1940, un olio su tela su masonite, uno dei due lavori ovali che si conoscono del maestro di Grizzana, è stato aggiudicato per 4.332.500 dollari, il doppio della stima.

Category
Arte, Cultura