TRASFORMARE I DATI SULLE NANOSCIENZE IN ARTE INTERATTIVA

L’artista multimediale Melissa Clarke fa sculture in vetro stampato in 3D, basate su dati delle nanoscienze. I visitatori interagiscono con la realtà virtuale

L’artista multimediale Melissa Clarke ha realizzato sculture in vetro stampato in 3D basate su dati sulle nanoscienze raccolti dagli scienziati del Center for Functional Nanomaterials (CFN) del Brookhaven Lab e del National Synchrotron Light Source II, incluso il fisico CFN Kevin Yager ( destra). Per la parte di realtà virtuale (VR) del progetto, gli spettatori possono girare intorno alle opere e interagire indossando un visore VR. Durante l’esperienza immersiva mentre l’utente si muove e agisce, si attivano suoni e musiche create da Margaret Schedel, professoressa di musica informatica alla Stony Brook University.

 

Hightlights

Post recenti